LabMed

PROGETTO

INSIEME CULTURE:L’ARTE CAMBIA IL MONDO

 

labmed locandina

Il progetto è proposto dal Laboratorio del mediterraneo (Labmed), l’Associazione Medea, il Polo Artistico Torrese, Acadi, SocioLab, in rete con numerose associazioni, in collaborazione con la Facoltà di Sociologia – Università degli Studi di Napoli Federico II .

Il Laboratorio del Mediterraneo  è un  attivatore e promotore di reti associative che nasce nella CGIL e predilige l’ interazione  con le nuove generazioni .Labmed  si rivolge  ai paesi del Mediterraneo che nell’attuale periodo di crisi, hanno la  necessità di trovare nutrimento dall’arte, dall’espressività dei talenti, per promuovere uno sviluppo che nasca anche  dall’incontro con altre culture,  ponendo però al centro  il Mediterraneo.

L’obiettivo è far diventare l’arte  il canale attraverso il quale si può restituire libertà e dignità al pensiero, al talento,  all’ l’immaginazione  trasformandola in uno  strumento di costruzione di una rinnovata etica sociale e politica.

Lo scopo di LABMED è  creare non solo un network di talenti, ma anche mettere in rete e far dialogare   esperienze diverse  in modo da provocare  una combinazione originale  di pensieri e di intenti adatti a favorire il cambiamento.

L’arte cambia il mondo, appunto.

Il progetto  INSIEME CULTURE:L’ARTE CAMBIA IL MONDO si propone  di far dialogare tra loro le Arti con  i vari linguaggi    e le persone attraverso  il confronto con tutte le forme di espressività artistica;  lo scopo è quello di mettere al centro il mondo del lavoro e la rappresentazione dei diritti fondamentali delle persone.

In queste giornate vogliamo che i temi dell’arte e della cultura possano costituire il veicolo attraverso il quale  cominciare a restituire libertà e dignità al pensiero e alla creatività affinché essi diventino   strumenti di cambiamento e di costruzione sociale .

Particolare attenzione è rivolta alle nuove generazioni di lavoratori e studenti  con l’occhio rivolto in particolare a quanti, giovani soprattutto, nell’area magrebina e araba chiedono riforme ,  il superamento dell’integralismo e  il dialogo con l’Europa, nella ricerca di un modello nuovo di convivenza tra i popoli.

Il progetto INSIEME CULTURE:L’ARTE CAMBIA IL MONDO  è  dedicato alle  nuove generazioni, alle lavoratrice e ai lavoratori,  agli studenti della Facoltà di Sociologia.

 

il percorso formativo sarà :

ñ Innovativo

ñ interpersonale

ñ identitario

ñ collettivo

 

Obiettivi

Il corso ha l’obiettivo di far emergere l’espressività  artistica e la comunicazione tra i partecipanti attraverso l’arte . Si rivolge alle studentesse-studenti, agli artisti, alle lavoratrici ed ai lavoratori.

 

Metodologia

Attiva.

I partecipanti devono  munirsi di strumenti a loro scelta (penne,fogli,  cineprese, fotografie, telefonini, tablet, eccetera) per documentare durante i due giorni di formazione  l’esperienza vissuta mentre essa si realizza . Il materiale prodotto dai partecipanti   sarà esposto presso un museo cittadino da definire  insieme alle opere degli artisti.

 

Contenuti

La mostra delle opere darà inizio alle due giornate di formazione attraverso un rapporto non mediato con la produzione artistica. Le comunicazioni di docenti e testimoni privilegiati poi  aiuteranno a meglio comprendere il contesto in cui l’azione di svolge e le prospettive del territorio attraverso lo sviluppo delle attività legate alla cultura e all’arte in generale.

 

I° Giornata [1] –  lunedì 10 dicembre

 10:00 – Registrazione dei partecipanti

10:30 – Presentazione del Corso INSIEME CULTURE:L’ARTE CAMBIA IL MONDO

Coordinatrici del progetto: Grazia Zimmaro e Flora Frate Presidente Associazione Medea

10.45–  Presentazione della Mostra collettiva (1)

11,00 -Incontro con gli artisti

 

 Modulo I

11.30 “CONTEMPORANEAMENTE ARTE”-

 Docente: Giovanni Mangiacapra

13.00-  Evento musicale

14.00-19.00- Esercitazione pratica – “vivi l’arte: transizioni generazionali”

 

 

II° Giornata 2 – martedì 11 dicembre

 14.00- Registrazione dei partecipanti

           contemporanea proiezione di video-art( di Grazia Zimmaro)  

 14:30  – Saluti del Preside della Facoltà di Sociologia , professor Gianfranco Pettinenda

 

 Modulo II

15.00 Laboratori d’arte: Incontro degli artisti con i partecipanti-

 Andrea Smilzo –

16.00-

La cultura e l’arte come fonti  strategiche  dello sviluppo

 Segretario Generale CGIL Camera del lavoro di Napoli:  Federico Libertino

16.30 –”I linguaggi culturali creativi”

 Docente: Raffaele Savonardo

 

Modulo III

 17:30 “Le pratiche artistiche delle donne: la politica dell’immaginazione”

Docente: Giovanna Callegari        

 18:30 – Chiusura dei lavori.

 

  • Gli studenti per iscriversi al corso devono compilare un modello di prescrizione disponibile on line, presso il sito di Medea, la Facoltà di Sociologia o riempendo un modello cartaceo disponibile presso l’alula dei rappresentanti della Facolta’ di Sociologia(Vico Monte della Pietà n.1).

 

  • La prescrizione è necessaria per la partecipazione al corso e per la maturazione del credito formativo a conclusione del percorso formativo.

 

Gruppo di progettazione: Grazia Zimmaro, Antonio Crispino, Rita Di Costanzo,Antonella Pagliara, Antonio Andreozzi,  Giovanni Giglio, Flora Frate, Valeria Aprea, Laura Suarato, Agata Romano, Maria Riccardi, Patrizia Di Donna, Maria Antonietta Robucci, Paola Di Celmo, Giovanni Mangiacapra, Giuseppe Cangiano, Francesco Coviello, Patrizia Di Donna, Antonio Crispino,  Andrea Smilzo.

Artisti partecipanti alla Mostra: Paola Di Celmo, Giovanni Mangiacapra, Maria Antonietta Robucci, Aniello Smilzo, Giuseppe Cangiano, Paolo Santo, Antonio Crispino, Raffaela Di Bonito, Patrizia Di Donna, Mariano Gianola, Grazia Zimmaro,Francesco Damigella,

 

Docenti:

Giovanna Callegari, Giovanni Mangiacapra, Raffaele Savonardo.

 

Coordinatrice  del Progetto labmed: Grazia Zimmaro

g.zimmaro@cgilcampania.it       3924391846

Il progetto è stato realizzato e proposto in partenariato con l’ Associazione  Medea

Coordinatrice progetto-

Presidente Associazione Medea: Flora Frate

florafrate@gmail.com     3496703038

Segreteria organizzativa: Francesco Coviello

francescosaverio.coviello@gmail.com   33313465929

 

Grazia Zimmaro                          Flora Frate

 

 

Napoli,

 

 

 

[1])Si svolgerà presso la Fondazione Gianbattista Vico- Chiesa San Biagio dei Librai n.35, 80138 Napoli, tel 393271972799 –

Annunci